36 €

Più casini ci sono più l’oro sale. Così dovrebbe essere e così sembra essere, almeno ultimamente.

Grecia nel caos, Svizzera che si sgancia dall’Euro (la prossima dovrebbe essere la Danimarca), Italia deceduta (ma da quest’anno si riparte, come dicono dal 2008), Ucraina sull’orlo del default, i paesi trainanti (Francia, Germania) che vedono rallentare il PIL ai quali si aggiunge la Cina, mai in crescita così bassa dai tempi di Tienanmen.

Il tutto condito da debiti pubblici insostenibili, oltre che non ripagabili. Credo di averne già parlato ma meglio ripetere: il debito pubblico non si ripaga, non è in agenda, il debito pubblico si rinnova con altro debito pubblico, finché il mercato non riterrà sia troppo.

Il debito pubblico di tre anni fa in Italia era inferiore di quello odierno e i parametri nettamente migliori, ma secondo i mercati il Paese era in default (spread a 600, ricordate?). Ora siamo messi peggio ma lo spread è ai minimi. Ai mercati evidentemente piacciono Renzi e le sue riforme, che da una al mese diventano una all’anno, e riforme grottesche, vedi l’ultima delle partite Iva.

Ma noi ci godiamo l’oro, che veleggia verso i 1300$ oncia e 36€ grammo. Anche la Germania sta rimpatriando oro, lo scorso anno è riuscita a riportarne a casa 120 tonnellate e il trend continuerà.

Avesse vinto il referendum in Svizzera chissà di che cifre perleremmo…..

Comunque questa crescita così repentina sta bloccando le vendite. I banco metalli e le banche non trattano più oro, almeno finché non si stabilizzerà. Troppa la paura di vedere un crollo “a tavolino” come accaduto due anni fa.

Alla prossima, e sono contento che il mio Comprare oro ora sia stata una previsione azzeccata. Mi è andata bene e se qualcuno l’ha fatto ha visto un guadagno di oltre il 10% in tre mesi.

Purtroppo la volatilità è talmente alta che non si è mai tranquilli, ci possono fregare da un momento all’altro.

Precedente Il deposito bancario: Terza parte Successivo 37€

Lascia un commento

*