Sorpresa!

Ma guarda, il PIL del primo trimestre ci regala un bel segno negativo. Che sorpresa.

E’ davvero molto strano. Lavorando nel terziario ed essendo a contatto con imprese di tutti i tipi, non avrei mai immaginato una cosa del genere. Va tutto così bene che è stato un fulmine a ciel sereno. Negozi e fabbriche chiudono come un domino, fornitori spariti, cassa integrazione a livelli record, amici e parenti (me compreso) che cercano di reinventarsi una vita, visto che quella vecchia, stabile e sicura, non esiste più. Beh, per qualcuno esiste ancora, in effetti.

Ma non divaghiamo, di cosa stavamo parlando? Ah, si, del PIL ancora negativo dopo un filotto di trimestri infinito, ho perso il conto ormai. E’ bastato un solo trimestre con un timido segno positivo (il penultimo) per far stappare le solite bottiglie di Champagne.

Ma nei mesi scorsi di cosa ho scritto, vediamo…..

Previsioni Economiche Di Governo: Meglio Di Zelig

 

Previsioni Economiche: Ne Azzeccassero Una

 

Prelievo Forzoso Sui Conti Correnti

 

Sopravvivere Alla Bancarotta

 

Le ultime due fanno paura, eh? Chissà se ci arriveremo.

Certo, per Renzi è una bella mazzata. Sta impostando la campagna elettorale su una sequenza di frottole degne di Pinocchio e trovarsi un dato del genere poco prima delle elezioni non è certo positivo.

Ma sono certo che i media sussidiati faranno di tutto per camuffare, per sottolineare come nel primo trimestre Renzi non fosse al governo, non è colpa sua.

Infatti non è colpa sua, è vero. Però le previsioni sballate su cui impostare la politica economica dei prossimi mesi le ha fatte il suo governo. Tutto si basa su una crescita dell’1%, peccato che tre mesi sono stati bruciati e che si parta da un -0,1%. Preparare il portafogli.

In ogni caso, gli 80 euro (non tengo conto dell’aumento delle tasse, sono buono) in busta paga a qualcosa serviranno, un minimo di PIL riusciranno a muoverlo.

Ma solo se la congiuntura resta stabile e non peggiora, ovviamente.

Precedente Spread: ma mi faccia il piacere! Successivo Inflazione: è veramente positiva? Seconda parte.

Lascia un commento

*