Soldi = carta straccia

Lira

La signora Claudia Moretti, purtroppo, ha imparato a sue spese cosa significhi “Fiat Money”, cioè moneta fiduciaria, cioè Euro, Dollaro, Yen o quello che volete, tanto sono tutte uguali.

La signora in questione ha ereditato una casa dallo zio, nel 2000, e qualche giorno fa si è decisa a svuotarla per procedere alla ristrutturazione. Dentro un armadio ha trovato una scatola metallica e una volta aperta ecco la sorpresa: 100 milioni di Lire, che per una precaria dei call center non sono bruscolini; al cambio fanno circa 50.000 euro.

Una telefonata alla Banca D’Italia ed ecco l’amara realtà: non valgono più nulla. Dopo 10 anni dall’entrata in vigore dell’Euro le vecchie Lire hanno perso il loro valore, da un giorno all’altro.

Perché il denaro non è nostro, il denaro è loro e loro decidono quanto vale e per quanto vale.

La Signora Claudia si è trovata quindi in mano un bel pacco di carta per accendere il camino.

Secondo voi a cosa ho immediatamente pensato appena letta la notizia?

Nell’anno 2000 il prezzo dell’oro era in media di 15.000 Lire al grammo, quindi con 100 milioni quel signore avrebbe potuto acquistare circa 6.5 kg di oro puro e nasconderlo nella cassettina al posto della carta stracc… ehm, delle Lire.

Mentre scrivo il prezzo dell’oro è di circa 32 euro a grammo, togliamo 3 euro a grammo di Spread, a stare larghi, e ci troviamo con un bottino di 188.000 euro.

Mettiamo che nel frattempo fosse implosa anche l’Unione Europea, che fosse sparito anche l’Euro, sostituito dalla NewLira. A noi che ci frega, l’oro lo puoi cambiare in qualsiasi valuta, sarà sempre accettato e benvoluto.

Riassumendo: 100.000.000 di Lire = carta straccia

100.000.000 di Lire in Oro = 188.000 Euro

 

Precedente Guerra fredda, oro caldo! Successivo Ucraina: sempre peggio

Un commento su “Soldi = carta straccia

  1. Don Ciucciolo il said:

    Magari all’ epoca si riusciva anche a comprarli in banca i lingotti…….. Oggi, in questo bel paesucolo almeno, è quasi roba da mercato nero. ….. Viva l’Italia!

Lascia un commento

*