Prelievo forzoso sui conti correnti

Ladro

Paura eh? A questo punto bisogna iniziare a considerarlo non come un esercizio di fantafinanza, ma un pericolo concreto.

Come ho già scritto qui, il prelievo forzoso non è certo una novità.

La guerra delle valute in corso sta effettivamente bloccando il nostro continente, anche a causa di come è strutturata la BCE, che non può immettere moneta nei mercati in modo diretto come sono solite fare, ad esempio, la Federal Reserve o la Bank of Japan.

Per la mia visione dell’economia la rigidità dell’Euro è positiva, ma vivendo in un Mondo globalizzato forse bisognerebbe adeguarsi al modus operandi degli altri paesi.

Per capirci, la BCE ha in effetti creato e prestato montagne di Euro alle Banche commerciali, quelle che abbiamo sotto casa, ma queste ultime non li hanno mai immessi nell’economia reale, probabilmente per il terrore di finanziare aziende a rischio. In effetti le “sofferenze bancarie”, cioè denaro che le banche italiane hanno prestato agli agenti economici, sono arrivate alla terrificante cifra di 150 miliardi di Euro.

Quindi ci troviamo una economia bloccata, senza investimenti e senza crescita del PIL, visto che nessuno presta soldi a nessuno per intraprendere la funzione imprenditoriale, unico vero motore dell’economia.

Ora, secondo Reuters, l’unione europea sta prendendo in seria considerazione il prelievo forzoso sui conti correnti dei risparmiatori, in modo da trovare i fondi necessari per foraggiare le imprese e dar così impulso alla ripresa economica nella zona Euro.

Si parla di risparmiatori in generale, quindi non solo noi poveri italiani tartassati. Mal comune mezzo gaudio. No eh? Sono d’accordo.

A questo punto preferirei che fosse cambiata la “costituzione” della BCE e fare in modo che possa creare denaro dal nulla come già fanno le Banche Centrali di mezzo mondo, che porterà inflazione e distorsioni nell’economia reale (ne parleremo in altro articolo), ma visto che questo è l’andazzo degli ultimi 100 anni non vedo perché noi dobbiamo restarne fuori e colpire gli unici veri attori economici da salvaguardare: i risparmiatori.

 

Precedente Letta ci fa o ci è? Successivo Pagare metà IRPEF? Loro possono!

Lascia un commento

*