Crea sito

No? Mi sa di si.

Sto ristrutturando un appartamento e la mia giornata tipo è questa:

Dalle 7 alle 18 a sgobbare, con pausa di 15 minuti per una focaccia.

Torno a casa, doccia, cena,  PC, svenimento immediato, letto.

Loop.

Quindi, per fortuna, mi sto risparmiando tutte le news sull’Italia, il Paese dove sono nato.

Però c’è l’oro. Un minutino al giorno per controllare i grafici  lo si impiega volentieri, e poi siamo sotto referendum.

E proprio di referendum volevo parlare: manca poco e le previsioni sono per la vittoria dei NO.

Se vinceranno i NO rimarrà tutto invariato, con il Franco agganciato all’Euro e la BNS che rimane libera di fare quello che vuole.

E proprio per questo vinceranno i NO, la BNS non vuole il gold standard, se possiamo chiamarlo così. Vuole la massima libertà d’azione, proprio per questo è “scesa in campo” con una campagna propagandistica contro i SI, cercando di spaventare i cittadini. Se vincerano i Si diverrete tutti più poveri.

Stranamente l’oro non sembra influenzato dai sondaggi (che danno per vincenti i NO), veleggia tranquillo sui 1200 oncia.

Cosa accadrà il 30 Novembre se dovessero  vincere i NO? Teoricamente dovrebbe crollare, ma a questo punto non ci scommetterei.

Come ho già evidenziato in altri post, ho rinunciato a capire, a trovare collegamenti logici.

In ogni caso manca poco.  Sarà l’ennesima occasione mancata? Probabile, ma i problemi non si cancellano con un referendum, vedremo chi la spunterà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.