Insolvenza sovrana.

Non so se ne parleranno i TG, forse no, meglio non mettere ansia proprio ora che c’è la ripresa (ahaha). Insolvenza, default, che brutte parole.

Mentre rivaluto Cottarelli, che si incazza perché i soldi della spending review verranno spesi per fare nuova spesa (ma che strano), arriva il tanto temuto default argentino.

In pratica un default tecnico, visto che i soldi, 539 milioni, ci sono ma sono stati bloccati da un giudice USA. Peccato che li abbia bloccati non per ripicca, ma perché l’Argentina si è rifiutata di pagare altri debiti per la cifra di 1.3 miliardi.

Ma allora questa sovranità monetaria? Non possono stampare un po’ di Pesos e ripagare questo debituccio? Eh no, non è così semplice.

Se ne ricordino i fans della stampante monetaria che risolve tutti i problemi. In realtà, visto che chi governa è spesso incompetente e soprattutto non amministra soldi suoi, più grana hai a disposizione e più spendi e saranno problemi dei dirigenti futuri. Intanto faccio bella figura, mi becco i voti e mi sistemo per sempre.

Comunque i default non sono rari, attenzione. Ecco un elenco degli Stati che hanno fatto bancarotta.

E ora prepariamoci ad una bella manovra economica all’italiana, visto che il PIL, a differenza delle previsioni di governo, è morto. Oppure volete un default italiano?

Precedente DePIL Successivo Contante significa evasione?

Lascia un commento

*