Don’t Worry, Be Letta

letta

Non si possono sentire le scaramucce tra Letta e Squinzi, visto che stanno giocando col nostro futuro.

Riassunto veloce del Paese Italia:

Disoccupazione oltre 12%, quella giovanile al 40%. I dati non tengono conto di chi non cerca più un lavoro, e sono tanti.

Competitività:  49′ posto nel mondo, dietro le Barbados

Debito pubblico: circa 2100 miliardi, rapporto debito/pil a circa 134%

Produzione industriale negli ultimi dieci anni:  -18%

Contrazione dei consumi negli ultimi due anni: -8%

PIL in contrazione del 9% dal 2008

Sofferenze bancarie oltre i 150 miliardi.

Per quanto riguarda la pressione fiscale per le imprese, tenendo conto anche delle tasse comunali, siamo a oltre il 70%, e questo calcolo l’ho eseguito personalmente, visto che ci sbatto il muso ogni giorno.

Questo è un paese irriformabile, e lo vediamo con i nostri occhi in ogni occasione, siamo nella merda da anni ma nessuno trova il coraggio di fare una riforma che sia una, anche solo di mandare un messaggio tagliandosi lo stipendio, che non serve a nulla per quanto riguarda i conti (una goccia nel mare di spese), ma sarebbe importantissimo per l’opinione pubblica, che ormai è completamente sfiduciata.

Ora il Presidente Letta se ne va a spasso per il mondo a mendicare qualche spicciolo, e al primo buon uomo che gli butta due soldini nel cappello parte alla carica sbraitando che siamo noi che non capiamo niente, il Paese funziona e questa ne è la prova, gli investimenti esteri: “siamo solo dei disfattisti!” Uffi!

Chissà le balle che ha raccontato all’Emiro per convincerlo a sganciare 500 milioni, che per le sue tasche sono come una mancia al ristorante, visto che la situazione REALE del paese non ha idea di come sia.

Se il nostro Presidente del Consiglio fosse a contatto con i problemi dell’industria e del terziario si risparmierebbe certe uscite, ma ha sempre vissuto di parole, politica e stipendi sicuri, non possiamo aspettarci altro.

Presto anche in Italia la propaganda del “va tutto bene”, buona visione:

Precedente Galaxy Note 3 Successivo eReader verso l'infinito e oltre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.