Chi ci capisce è bravo. E forse compra oro.

In USA hanno stampato oltre 4000 miliardi di $ in pochi anni per rilanciare l’economia, ma sembra che solo quella finanziaria sia in festa (finché la bolla non esploderà), visto che la disoccupazione è ancora piuttosto alta. L’economia reale, insomma, non ha trovato molto giovamento da questo fiume di denaro.

In Europa abbiamo i paesi mediterranei con grossi problemi, e sembra sia impossibile uscirne.

Molti dicono che basterebbe tornare alla sovranità monetaria per risollevarsi, io dico che non è così facile. Se bastasse stampare moneta non ci sarebbero problemi nel mondo. Anzi, forse il problema è proprio quello.

Qui vicino a noi, in Ucraina, si sta consumando un dramma. Il Paese vorrebbe l’Europa, i cittadini la Russia. Il debito pubblico è una voragine e la moneta è praticamente carta straccia. Non hanno i soldi per pagare il gas, il prossimo sarà un lungo inverno. Nel frattempo si sta scatenando una guerra civile, con i primi morti.

Il Giappone ha voluto provare la bacchetta magica. Dopo anni di deflazione, Abe ha lanciato la “panacea” degli anni 2000: la stampante monetaria.

Da una parte è riuscito a creare inflazione, dall’altra è crollata la bilancia commerciale.

Ora ha aumentato l’IVA, dal 5 all’8%, e i consumi sono crollati da un giorno all’altro. Amici asiatici, se volete fare cambio con la nostra, di IVA…..

Insomma, le Banche Centrali provano qualche politica economica (generalmente la solita: “alt+print”), ma senza sapere con certezza dove li porterà. Nessuno sa niente, altro che modelli economici e simulazioni.

Chi può prevedere quello che faranno 7 miliardi di persone. Lo capiranno un giorno?

 

oro

Nel frattempo i Cinesi continuano a comprare oro, tonnellate di oro. Ma non solo la Banca Centrale, anche i cittadini. Gli asiatici considerano l’oro per quello che è: l’unico asset sicuro sul lungo periodo. Lo compri, lo nascondi e nessuno potrà portartelo via. E’ il vero fondo pensione al riparo da default o bancarotte.

In Asia vivono miliardi di persone, probabilmente la propaganda anti oro da quelle parti non ha funzionato, non lo considerano come una “reliquia barbarica“.

Ad ogni modo, ci sono economisti che prevedono l’oro a 1400$ oncia entro breve, mentre JPMorgan scommette su l’oro sotto i 1000$ oncia entro il 2014.

Al solito, nessuno può saperlo. Però, dopo anni di esperienza, scommetterei che al minimo sentore di crisi, che sia la caduta di Wall Street, l’invasione dell’Ucraina o il definitivo Tapering degli USA, l’oro schizzerà in cielo, come ha sempre fatto.

 

Lascia un commento

*