Che batosta.

Che batosta. Inutile camuffare, al momento siamo a 1094$ oncia.
Malgrado segua solo con la coda dell’occhio le vicissitudini di questo Pianeta…..non nego che sul fattore Grecia avevo investito buone speranze.
Un bel default chiaro e lapalissiano, al posto di questo accanimento terapeutico che va avanti da anni, avrebbe dato una bella spallata a economie e soprattutto alla finanza, che continua a godere di ottima salute.
Si, prima o poi scoppia tutto, però comincio a rompermi le palle. E SCOPPIA, CAZZO!
Voglio vedere l’oro a 3000 dollari oncia!
Invece è crollato.
La Cina ammette di averne comprato meno di quanto si pensasse, la Grecia è salva, il
petrolio costa meno dell’acqua e l’Iran è diventato un bravo cagnolino.
Ora tocca a chi diceva che l’oro è una commodity inutile a cantare vittoria.
Io continuo per la mia strada, e solo il fatto che non ho il becco di un quattrino mi impedisce di comprarne ancora.
Forse un giorno cambierò idea, cambio idea di continuo. Ma per ora questa euforia non intacca minimamente le mie convinzioni. Siamo su un castello di carta. Igienica.
A voi auguro ogni bene, che compriate oro, BTP o azioni.

Lascia un commento

*