Apple iNoia.

iphone 6Note3

Insomma, i cassetti sono vuoti, inutile mentire a noi stessi.

Dopo un anno di bellissimi rendering da parte dei fans, con telefoni trasparenti, senza bordi, curvi, ci ritroviamo una linea noiosetta, ad essere gentili.

In fondo rimaneva solo quello, la distinzione per il design, visto che per quanto riguarda tutto il resto Apple è costretta ad inseguire, e sembra sempre più in affanno.

Stavolta ha cercato di fare le cose in grande, provando a cavalcare i fasti di un lustro fa: due telefoni, con sorpresa finale.

La parte da leone, il più venduto, sarà iPhone6 standard, con schermo da 4.7″. Sta già circolando in rete questa immagine, dove viene paragonato ad un telefono Android di due anni fa:

Iphone 6

Il secondo telefono va a collocarsi nella controversa nicchia dei “Phablet”, termine che odio, proponendo uno schermo Full HD da 5.5″

In pratica va a scontrarsi con la serie Galaxy Note, offrendo uno schermo grande ma senza il pennino che da un senso alle dimensioni fuori standard. Il tutto a prezzo triplicato.

Ulteriore nota dolente, sono pronto a scommetterci, sarà la durata della batteria. Apple assicura miglioramenti, ma lo fa ogni volta, e i telefoni si scaricano all’ora del thè.

La sorpresa finale, attesissima da tutto il mondo (anche qui in ritardo di qualche annetto) si chiama Apple watch, la moda non moda del momento, nel senso che nessuno compra questi orologi che si scaricano dopo un giorno. Nessuno fino a ieri.

Apple watch

Un orologio dalla linea terribile che per funzionare necessita di un iPhone al seguito, dal 5 in poi. Quindi tutti a correre con Apple watch pieno di sensori, ma portandosi dietro il telefono. Fantastico.

Avrebbe potuto dare uno sguardo a Motorola, ora cinese, che in quanto a stile può sicuramente darle lezioni:

Moto 360

Come scritto in un articolo precedente, Apple avrebbe venduto 100 milioni di Iphone 6 in ogni caso, tanta è l’attesa e la voglia di uno schermo al passo con i tempi. Così sarà, ma per favore smettiamo di idolatrare la casa di Cupertino. La festa è finita.

Telefoni già superati in partenza e a quei prezzi hanno appetibilità solo per chi vuole rimanere ancorato all’ecosistema Apple (isolandosi sempre più dalla realtà, che avanza veloce) o per chi proprio non sopporta Android.

Precedente Per qualcuno è semplice. Successivo Steve Jobs è morto davvero.

Lascia un commento

*